Grazie Gino!

La camera ardente di Gino Strada sarà a Casa Emergency a Milano: orari e giorni per dire addio al paladino della solidarietà

Sarà aperta da sabato 21 a lunedì 23 per un ultimo saluto al fondatore di Emergency.

La camera ardente di Gino Strada sarà a Casa Emergency a Milano: orari e giorni per dire addio al paladino della solidarietà
Attualità Milano, 18 Agosto 2021 ore 10:18

Nella giornata di venerdì 13 agosto 2021 si è spento all'età di 73 anni Gino Strada, fondatore, chirurgo, direttore esecutivo, e anima di Emergency. Da sabato 21 a lunedì 23 agosto sarà aperta la camera ardente nella sede di Emergency di Milano e sarà possibile dire addio a uno dei grandi uomini italiani che ha fatto la storia della solidarietà e dell'accoglienza del nostro paese (e non solo).

Tre giorni di camera ardente per Gino Strada

Sabato 21, domenica 22 e lunedì 23 agosto, Casa Emergency, la sede a Milano, sarà aperta per chi vuole dare un ultimo saluto "al nostro amato Gino". Sarà possibile accedervi seguendo i seguenti orari:
• sabato 16 -22
• domenica 10 - 22
• lunedì 10 - 14
L’ingresso sarà libero e aperto a tutti da via Santa Croce 19, e il numero di persone presenti all’interno della camera ardente sarà contingentato in accordo all’attuale normativa Anti Covid-19.

LEGGI ANCHE: Addio a Gino Strada: è morto a 73 anni il fondatore di Emergency

Il piccolo ricordo della sua Emergency

“I pazienti vengono sempre prima di tutto”, il senso di giustizia, la lucidità, il rigore, la capacità di visione: erano queste le cose che si notavano subito in Gino. E a conoscerlo meglio si vedeva che sapeva sognare, divertirsi, inventare mille cose.
Non riusciamo a pensare di stare senza di lui, la sua sola presenza bastava a farci sentire tutti più forti e meno soli, anche se era lontano.

Ti vogliamo bene Gino. "

E' un ricordo pieno d'amore e d'affetto, quello pubblicato sui social, ma fugace perché così come Gino ha insegnato ci sono battaglie importanti da combattere proprio ora e non c'è tempo per soffermarsi troppo a pensare a questo dolore.

La morte del fondatore di Emergency arriva infatti proprio negli stessi giorni in cui i terroristi riconquistano Kabul e i civili tremano, scappano, si nascondo. In Afghanistan , lì dove Emergency per anni si è sporcata le mani e ha salvato vite. Lì dove la commemorazione della vita di Gino Strada ci è stata, per dirgli addio, prima che gli operatori dell'ospedale di Kabul di Emergency si rimboccassero nuovamente le maniche pronti ad una nuova, terribile, lotta contro l'oppressione e l'ingiustizia. In memoria e nel ricordo di Gino.