Super-sorpresa

Da New York alla pediatria del Niguarda: Spiderman entra dalla finestra

Ieri il super eroe più amato dai bambini ha fatto visita a quelli che si trovano in ospedale per combattere impegnative battaglie.

Attualità Milano, 02 Agosto 2021 ore 09:55

Dal Queens, New York, all'Ospedale Niguarda: Spiderman, il super eroe più amato dai bambini, nella giornata di domenica 1 agosto 2021 ha portato un po' di magia e tanti sorrisi nelle corsie della Pediatria dell'ospedale milanese.

"Il vostro amichevole Spiderman di quartiere" all'Ospedale Niguarda

In occasione della Giornata Mondiale di Spiderman, Mattia Villardita, il figurante del Tessiragnatele che recentemente è stato ricevuto da Papa Francesco, ha voluto salutare i piccoli ricoverati, entrando, con l'aiuto dei vigili del fuoco, direttamente dalla finestra del secondo piano del reparto.
Ma prima di tutto, il super eroe si è sottoposto al tampone anti covid, perché, anche per il "vostro amichevole Spiderman di quartiere", la sicurezza e la prevenzione vengono prima di tutto!

Uno Spiderman tutto italiano

"Peter Parker mi piace - racconta Mattia Villardita - perché crede nell'amicizia e nella famiglia ed è un ragazzo normale come me, che ho sofferto e mi sono rialzato".

Perché, come dice Spiderman, "da un grande potere derivano grandi responsabilità".

Un po' di sorrisi in ospedale

“È con grande orgoglio che ospitiamo avvenimenti di questo genere. La degenza in ospedale è sempre difficile, soprattutto per i più piccoli, e questo gesto è un modo per infondere coraggio e donare un po’ di gioia ai bambini in un momento particolare.” - dice Marco Bosio, Direttore Generale del Niguarda.

L'iniziativa di MediCinema Italia

La visita è stata possibile grazie a MediCinema Italia, l'Associazione no profit che opera negli ospedali con la cineterapia come strumento di cura. Fulvia Salvi, Presidente della Onlus, ha commentato:

“Abbiamo allestito qui a Niguarda una sala di cineterapia dal 2018, un passo significativo in ambito di medicina complementare. Il nostro impegno è aiutare il mantenimento e miglioramento dello stato psico-fisico del paziente, contribuendo con attività mirate di cinema ed arte ed eventi come questo, con un supereroe simbolo per tanti bambini”.