Attualità
le reazioni

La preoccupazione della Comunità ucraina a Milano. E Sala chiede una presa di posizione al direttore d'orchestra della Scala russo

'La dama di picche' alla Scala è diretta dal maestro russo Valery Gergiev, che ha più volte dichiarato vicinanza a Putin

La preoccupazione della Comunità ucraina a Milano. E Sala chiede una presa di posizione al direttore d'orchestra della Scala russo
Attualità Milano, 24 Febbraio 2022 ore 15:11

La preoccupazione della Comunità ucraina a Milano. E Sala chiede una presa di posizione al direttore d'orchestra della Scala russo. 'La dama di picche' alla Scala è diretta dal maestro russo Valery Gergiev, che ha più volte dichiarato vicinanza a Putin.

La preoccupazione della Comunità ucraina a Milano. E Sala chiede una presa di posizione al direttore d'orchestra della Scala russo

MILANO - "Per me è difficile parlare adesso. Sono preoccupato perché ho dei cari a casa mia. Tra poco ho la messa con la mia comunità e non so con quale sentimento la gente verrà. È una situazione molto drammatica". Con poche parole e un profondo turbamento padre Igor Krupa, sacerdote della comunità ucraina di Milano, descrive a Mianews il suo stato d'animo a poche ore dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina.

"Ore di estrema angoscia e paura"

Secondo Fabio Prevedello, referente dell'associazione Italia-Ucraina Maidan, gli ucraini in Italia "stanno vivendo ore di estrema angoscia e paura". Uno stato d'animo che tocca anche la comunità di Milano che nel 2021 contava 8.312 persone.
"Ci sono nostri connazionali che non sanno come rientrare perché lo spazio aereo è chiuso e non ci sono trasporti ferroviari. Ci sono ucraini che vivono in Italia da 10-15 anni che erano a casa per trovare i genitori, ma ora dovranno attraversare di corsa l’Ucraina in macchina per cercare di tornare in Unione Europea", dichiara sempre a Mianews Prevedello che parla di "profondi bombardamenti su tutte le grandi città ucraine, le infrastrutture militari e gli aeroporti civili".

Collegamenti con l'Ucraina rimangono difficili: "L’esercito russo sta disturbando tutte le comunicazioni"

Nonostante le numerose chiamate, i collegamenti con l'Ucraina rimangono difficili. "L’esercito russo sta disturbando tutte le comunicazioni. Restano solo poche linee, ma vengono usate per le emergenze. Le linee internet e per i cellulari funzionano solo al 10% della loro possibilità". continua Prevedello che non nasconde la preoccupazione anche per la sorella di sua moglie che in qualità di infermiera in terapia d'urgenza potrebbe essere chiamata dall'esercito in ogni momento e inviata al fronte.

Sala: "Il Maestro della Scala Gergiev prenda le distanze dall'invasione o stop alla collaborazione"

"Va benissimo che si facciano dichiarazioni a sostegno di popolo ucraino, ma bisogna fare di più, innanzitutto la politica, con la diplomazia e il mondo economia deve fare di più. 'La dama di picche' alla Scala è diretta dal maestro russo Valery Gergiev, che ha più volte dichiarato vicinanza a Putin: gli stiamo chiedendo di prendere posizione contro questa invasione e se non lo farà dovremo interrompere la collaborazione".

Lo ha detto il sindaco Giuseppe Sala questa mattina nel corso del confronto con Luca Bernardo a Palazzo Marino. Sala ha poi aggiunto: "Voglio capire cosa farà il sistema bancario, le banche italiane esposte rispetto al sistema russo, il vero punto è capire quanto Putin ha un consenso totale di chi gli sta intorno o no. Gli oligarchi russi sostengono Putin o meno. A ognuno la sua sua parte", ha concluso Sala.

Seguici sui nostri canali