Attualità
Le novità

All'Università San Raffaele di Milano inaugurato l'anno accademico con Speranza e Casellati

Tanti i progetti in cantiere sia per quanto concerne il potenziamento dei corsi sia riguardo l'edilizia sanitaria. Focus sulla ricerca.

All'Università San Raffaele di Milano inaugurato l'anno accademico con Speranza e Casellati
Attualità Milano, 14 Febbraio 2022 ore 17:28

Si è inaugurato oggi l’Anno Accademico 2021-2022 dell’Università Vita-Salute San Raffaele.

Alla cerimonia hanno preso parte il Presidente dell’Ateneo, Paolo Rotelli il Rettore, Enrico Gherlone, la Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati; il Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e la sua vice e assessore al Welfare, Letizia Moratti, oltre al sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Anno accademico San Raffaele, tra tradizione innovazione e ricerca

L’anno 2021 ha segnato l’avvio del progetto di creazione del Campus UniSR a Sesto San Giovanni, un laboratorio di sapere che combini teoria e pratica al servizio dell’innovazione, ispirato a elementi chiave quali interdisciplinarietà, collaborazione, flessibilità e sostenibilità.

Si tratta di circa 100.000 i mq dedicati all’Ateneo, di cui 20.000 riservati ai centri di ricerca. Pensato per promuovere la cosiddetta student happiness, il nuovo Campus accoglierà 5000 studenti in strutture pensate per l’integrazione continua, con luoghi dedicati alla formazione, alla cultura, allo sport e al volontariato.

E proprio sull'importanza della ricerca si è soffermata la vicepresidente del Senato Maria Elisabetta Casellati:

"La pandemia ha dimostrato quanto la cooperazione nella ricerca possa portare a risultati fino a ieri insperati. Il progresso scientifico è una missione che non può essere affrontata in modo autarchico e autoreferenziale perché è una sfida dell'umanità. E strutture moderne e innovative possono fare la differenza"

Tra l'altro, nella ricerca scientifica fondamentale il contributo delle donne con una presenza negli studi più importanti che sfiora il 50%. Lo scorso anno sono state 254 le ricercatrici che hanno firmato come primo autore le pubblicazioni scientifiche a fronte di 287 ricercatori; 199 ricercatori compaiono come ultimo autore nelle pubblicazioni a fronte di 99 ricercatrici. Questi dati confermano l’impegno dell’Università Vita-Salute San Raffaele nel perseguire il gender balance anche nella ricerca.

San Raffaele, le novità

Tra le principali novità, si prevede la realizzazione del Digital Education Hub, con infrastrutture tecnologiche innovative che garantiscano l’espansione della digital education di Ateneo; il Simulation Center che includerà un cadaver lab e un laboratorio per la Facoltà di psicologia; il Data Science Center, per lo sviluppo di ricerca data driven nei campi delle scienze della vita, della salute e delle scienze sociali; il Center of applied engineering, con focus sui medical device; il Think Thank multidisciplinare, luogo fisico deputato a scambi culturali e analisi multidisciplinari; numerosi laboratori all’avanguardia, complementari alle necessità del Campus.

A questo progetto di futura realizzazione si aggiungono i circa 11.000 metri quadri all’interno del Complesso del Centro direzionale di Milano 2 (Palazzo Canova e Palazzo Borromini), acquisiti dall’Ateneo nel 2020 e destinati ad aule e uffici amministrativi.

Sono stati identificati ulteriori spazi, per circa 13.000 mq (Palazzo Donatello e Palazzo Cellini), che consentiranno di soddisfare le esigenze in termini di uffici amministrativi, aule e spazi dedicati allo studio sia della facoltà di Filosofia sia di quella di Psicologia.
L’espansione dell’Ateneo garantirà adeguate condizioni strutturali per la prosecuzione delle attività e l’espansione sia in termini di capacità ricettiva sia in termini di offerta didattica.

San Raffaele, potenziata l'area medica

Aumenteranno anche i posti messi a disposizione per i futuri studenti dell’area medica: sono saliti a 552 i posti per il Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, a 136 per International MD Program (Medicina in lingua inglese) e a 60 per Odontoiatria e protesi dentaria.

La crescita degli ultimi cinque anni permette all’Ateneo di entrare di diritto nella rete internazionale delle principali medicine school e di rispondere a una crescente domanda da parte degli studenti che parteciperanno il prossimo mese ai test di ammissione alla Facoltà di Medicina: con 5348 domande pervenute, sarà possibile ammettere 1 candidato ogni 10.

L’Università Vita-Salute San Raffaele riserva inoltre particolare attenzione alle sue scuole di specializzazione, di cui 30 riservate ai medici, 2 di area sanitaria (riservate ai non medici), 2 di area psicologica.

Il commento del presidente Rotelli

“La nostra Università – ha commentato il presidente Paolo Rotelli – sta conoscendo un momento di grande crescita, considerando l’aumento esponenziale del numero di studenti iscritti e dei nostri docenti. Nel 2021 abbiamo gettato le basi per la realizzazione di un nuovo Campus, un’ulteriore espansione che, tuttavia, non ci ha mai fatto perdere di vista la nostra mission: garantire un ambiente vivace culturalmente, in cui sia favorito l’incontro tra gli studenti, il confronto aperto con i docenti e soprattutto la crescita umana. L’Università non dev’essere vista solo come un luogo di formazione, ma di crescita complessiva. La nostra ambizione è da sempre quella di formare i leader di domani”.

Il plauso della Regione

Compiacimento è stato manifestato anche dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana:

"Questa istituzione universitaria è riconosciuta come una delle più prestigiose al mondo.
Il presente ci sfida e, mai come prima, siamo chiamati a interrogarci sull’impatto di nuove tecnologie, sul ruolo della scienza, sulla sostenibilità delle nostre azioni per il futuro del pianeta e delle nuove generazioni"

La presentazione dell'anno accademico
Foto 1 di 4
Il ministro Roberto Speranza
Foto 2 di 4
Attilio Fontana e Beppe Sala
Foto 3 di 4
L'assessore al Welfare Letizia Moratti
Foto 4 di 4
Seguici sui nostri canali