Attualità
L'annuncio del sindaco

Addio San Siro! Milano avrà un nuovo stadio

Beppe Sala ha incontrato questa mattina Milan e Inter: "Ritengo che la Giunta possa procedere rapidamente a deliberare il pubblico interesse".

Addio San Siro! Milano avrà un nuovo stadio
Attualità Milano, 29 Ottobre 2021 ore 15:54

"A questo punto ritengo che la Giunta possa procedere rapidamente a deliberare il pubblico interesse".

E' stato proprio il sindaco di Milano, Beppe Sala, tramite i suoi canali social, a chiarire la situazione: addio San Siro! Milano avrà un nuovo stadio.

Nuovo stadio a Milano

Un incontro sul tema avvenuto nel corso della mattinata di oggi, venerdì 29 ottobre 2021, tra il sindaco di Milano Beppe Sala, il presidente del Milan, Paolo Scaroni, e il Ceo dell'Inter, Alessandro Antonello. Una questione che va avanti da tempo e che ora, con molta probabilità, avrà un suo lieto fine, quantomeno per le due società calcistiche di Milano.

"Questa mattina ho incontrato a Palazzo Marino i rappresentanti delle società F.C. Internazionale e A.C. Milan - esordisce sui social il primo cittadino, Beppe Sala -. Alle squadre ho rappresentato la posizione del Comune. Tre sono i prerequisiti fondamentali per poter passare alla fase esecutiva del progetto stadio".

Punto uno: rispetto dei parametri dello studio di fattibilità.

"Il primo è che il nuovo stadio dovrà sostanzialmente rispettare le linee e i volumi contenuti nello studio di fattibilità che è già stato presentato all’Amministrazione".

Punto due: sviluppo del distretto dello sport e dell'entertainment.

"Il secondo punto chiede una riconversione dell’area dell’attuale San Siro al fine di sviluppare il progetto del distretto dello sport e entertainment, in un contesto verde (anche in questo caso come da dossier già presentato). A prescindere dal timing di realizzazione del nuovo stadio, la cerimonia di apertura delle Olimpiadi Invernali 2026 si svolgerà nell’attuale impianto, come tributo alla sua gloriosa storia".

Punto tre: sviluppi urbanistici accessori allo stadio.

"Infine, terzo e ultimo punto, che le concessioni di diritti volumetrici per sviluppi urbanistici accessori allo stadio non deroghino a quanto consentito dal PGT vigente".

Su quest'ultimo punto si è sbloccata la trattativa sul nuovo impianto. Il Pgt per quell’area prevede un indice volumetrico di 0,35, anche se le due società avevano erano partite da 0,63, per poi scendere a 0,51. Il surplus di volumi era stato giustificato con la necessità di far quadrare i conti dell’intera operazione, un investimento complessivo di 1,2 miliardi di euro. Ma ora si è tornati ai valori standard di Pgt.

Il sindaco Sala, quindi, dopo aver elencato i prerequisiti necessari per dare via alla realizzazione del progetto, ha sottolineato che Inter e Milan hanno acconsentito a quanto pattuito.

"Le due società si sono dichiarate d’accordo rispetto a queste proposte. A questo punto ritengo che la Giunta possa procedere rapidamente a deliberare il pubblico interesse".

IL POST:

"Lo stadio non sarà pronto prima di Milano-Cortina 2026"

Il Ceo dell'Inter, Alessandro Antonello, al termine dell'incontro con il sindaco, è intervenuto sull'argomento:

"C'è una roadmap che seguiremo e ci auguriamo che sia propedeutica ad una velocizzazione del processo di approvazione. Lo stadio non sarà pronto prima delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Dopo due anni di pandemia sono slittati i tempi".

POPULUS E MANICA - I PROGETTI DEL NUOVO STADIO DI MILANO: CLICCA QUI.

Alessandro Balconi