Attualità
alla ricerca di investitori

Addio alla Mondadori in Duomo: la libreria trasloca per fare spazio a un lussuoso Hotel

L'amata libreria si appresta a salutare la sua posizione d'élite per lasciare spazio a un Hotel di lusso con vista proprio sulla Madonnina. 

Addio alla Mondadori in Duomo: la libreria trasloca per fare spazio a un lussuoso Hotel
Attualità Milano, 03 Gennaio 2022 ore 11:18

La Mondadori di piazza Duomo su volere dell'amministrazione comunale si appresta a salutare la sua posizione d'élite per lasciare spazio a un lussuoso Hotel con vista proprio sulla Madonnina.

La Mondadori del Duomo verrà spostata

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è quello di valorizzare tutta la piazza Duomo, a partire dal lato Sud che costeggia il Museo del Novecento. Proprio lì sarà realizzato un unico grande complesso espositivo che comprenderà la seconda torre dell’Arengario, progettato negli anni Trenta dagli architetti Griffini, Magistretti, Muzio e Portaluppi.

In vista di questa riqualificazione il Comune ha pensato di sgomberare l'immobile in parte occupato dalla Mondadori del Duomo per fare spazio ad un nuovo e più illustre hotel di lusso che affaccerà proprio sulla Madonnina d'oro simbolo della nostra città.

La Mondadori in Duomo trasloca per lasciare spazio ad un Hotel di lusso

Chi, come chi scrive, ha avuto la possibilità di frequentare il Duomo e la sua piazza durante gli anni dell'università, o chi ci è passato quotidianamente per andare al lavoro, o anche solo chi era di passaggio per un saluto, apprenderà sicuramente con un pizzico di nostalgia e dispiacere questa notizia. Impossibile non essere stati attratti dai libri nelle vetrine, dal mondo letterario pronto ad accoglierti nel suo universo parallelo per sottrarti alla frenesia della caotica Milano, quella dello shopping e dei turisti che affollano la piazza impugnando selfie stick e danno da mangiare ai piccioni. Una libreria con vista capace di risucchiarti lontano da quella normalità che tanto ci manca da quando è iniziata la pandemia.

Alla ricerca di investitori

L'immobile occupato in parte dalla Mondadori è attualmente oggetto di avviso di manifestazione d’interesse, strumento utile al Comune per individuare investitori e soggetti interessati a riqualificare quei preziosi 7.260 metri quadri disposti su cinque piani, con interrato e sottotetto. Obiettivo? Un albergo di lusso con tutti i servizi inclusi.

La concessione è di 18 anni con un canone annuale non inferiore a 500 euro al metro quadro per gli spazi a destinazione alberghiera, a 1.850 euro per quelli destinati a ristorazione e a 2.899,81 euro per servizi e negozi.

Lo scopo di questo cambiamento resta quello di valorizzare il palazzo dal punto di vista della redditività e insieme garantire un mix di funzioni adatte per il contesto di piazza Duomo. La destinazione ricettiva con servizi di alto livello permette un giusto bilanciamento fra le esigenze di chi investe, il rispetto del contesto monumentale e l’utilità pubblica, come ha spiegato l’assessore al Bilancio e Patrimonio Emmanuel Conte.

E la Mondadori che fine fa?

In realtà, quei nostalgici di cui poco sopra, potranno consolarsi poco lontano, dove la libreria Mondadori traslocherà nell'arco del 2022, all'angolo con via Mazzini, dove dal 2003 fino allo scorso marzo si trovava Benetton.

Giordana Liliana Monti