Attualità
un progetto pilota

"A tu per tu nel pollaio": alla Fattoria didattica del Trotter nasce un progetto con galli e galline

L'assessore Scavuzzo : "La Fattoria didattica del Parco Trotter è da tempo un luogo dove bambine e bambine con i loro insegnanti possono vivere esperienze educative a contatto con animali, fatto inusuale in una città e per questo ancora più prezioso".

"A tu per tu nel pollaio": alla Fattoria didattica del Trotter nasce un progetto con galli e galline
Attualità Milano Est, 21 Ottobre 2022 ore 12:19

Una bella collaborazione fra Comune di Milano, educatori e cooperative dà vita ad un progetto dove bambine e bambine con i loro insegnanti possono vivere esperienze educative a contatto con animali. E in una città non è per nulla usuale.

Al Parco Trotter nasce un nuovo progetto didattico

MILANO - La novità arriva direttamente dalle parole rilasciate da Palazzo Marino: "Nasce alla Fattoria didattica del Trotter il primo progetto didattico con galli e galline. A riconoscerlo come un vero e proprio esempio apripista nella sperimentazione didattico-educativa con avicoli, sono stati il Centro di Referenza Nazionale per gli interventi assistiti con gli animali (CRN IAA) e il Ministero della Salute.

Il progetto con galli e galline "A tu per tu nel pollaio"

Da loro, insieme ad Ats, è arrivato il via libera al riconoscimento di "A tu per tu nel pollaio" ideato dalla Fattoria didattica Trotter in collaborazione con il Settore Educazione del Comune di Milano, che diventa così il primo Progetto Pilota Nazionale per il processo di inserimento degli avicoli nell’elenco degli animali coinvolgibili in educazione e terapia assistite".

Il luogo del primo progetto didattico con galli e galline:

Illustra la novità l'assessore all’Istruzione Anna Scavuzzo

"Si tratta di una bella collaborazione fra Comune di Milano, educatori e cooperative e ci restituisce un risultato di cui siamo tutti molto soddisfatti" - sottolinea il vicesindaco e assessore all’Istruzione Anna Scavuzzo -. "La Fattoria didattica del Parco Trotter è da tempo un luogo dove bambine e bambine con i loro insegnanti possono vivere esperienze educative a contatto con animali, fatto inusuale in una città e per questo ancora più prezioso. Questa attività sperimentale ha visto il coinvolgimento di animali solitamente non considerati di affezione ed è oggi una pratica innovativa che potrà essere presa come riferimento per altre che verranno".

Pubblicato anche il  libro "La Trotteria. La casa dei gatti felici”

Proprio in questi giorni la Fattoria didattica del Trotter, gestita dalla cooperativa ‘Tempo per l’infanzia’, ha festeggiato anche un altro obiettivo: la pubblicazione, con il patrocinio del Comune di Milano, del libro "La Trotteria. La casa dei gatti felici” (ed. Erickson) scritto da Elena Sposito e illustrato da Danilo Spadea e Piero Morelli, storia di un altro progetto che vede coinvolti non solo i bambini e le bambine che frequentano la Fattoria, ma anche gli abitanti del quartiere.

Il libro, infatti, ripercorre attraverso il racconto di una gatta ospitata nella Fattoria, l’importante lavoro di rete tra istituzioni, personale della cooperativa, veterinari, bambini, bambine e maestre che si adoperano per il benessere dei gatti della colonia qui ospitata. Il ricavato della vendita del libro sarà devoluto alla Lav per sostenere progetti a favore della tutela degli animali.

Un libro che insegna l'importanza del rispetto per gli animali

"Un libro che ci aiuta a parlare di diversi temi: l'educazione civica e il rispetto per gli animali, la bellezza dell’educazione con esperienze all'aperto e l'imparare a prendersi cura - sottolinea il vicesindaco -. È una collaborazione di successo e un’occasione per avvicinare i più piccoli al mondo meraviglioso degli animali, un racconto pensato per bambini e bambine della Scuola Primaria, che insieme ai loro insegnanti e alle loro famiglie potranno scoprire la Fattoria didattica del Trotter. Un ringraziamento particolare a tutti gli educatori e le educatrici che in modo appassionato propongono attività divertenti e insieme così utili alla crescita dei nostri piccoli cittadini', conclude Scavuzzo.

 

Seguici sui nostri canali