Le "performance" video

A Milano ormai siamo al campionato mondiale di tuffi... nei Navigli

Di testa, a bomba o carpiato, ai Navigli se ne vedono di tutti i tipi. Peccato che gesti di questo tipo possono costare caro: chi si tuffa può beccarsi una multa fino a 3mila euro.

Attualità Milano, 21 Giugno 2021 ore 12:04

L'ultimo weekend di movida meneghina ha inaugurato il campionato mondiale di tuffi... nei Navigli. Sui social network stanno spopolando sempre più immagini e video di giovani che si lanciano dentro l'acqua dei canali milanesi.

IL VIDEO:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanoBellaDaDio (@milanobelladadio)

I campionati mondiali di tuffi... ai Navigli di Milano

Nonostante manchi sempre meno alle Olimpiadi di Tokyo 2020, prossimo evento sportivo internazionale, a Milano sono andati in scena i campionati mondiali di tuffi... ai Navigli. Scherzi a parte, l'ultimo weekend di movida serale milanese ha inaugurato la "stagione dei tuffi" negli storici canali che attraversano la metropoli meneghina. Vuoi per combattere il caldo, per una scommessa persa o per un gesto semplice colpo di testa, diversi giovani si sono lanciati nelle acque dei Navigli, il tutto mentre venivano ripresi dagli smartphone dei presenti che hanno subito condiviso le loro performance sui social network.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanoBellaDaDio (@milanobelladadio)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @dagocafonal

E di tuffi ce ne sono stati di tutti i tipi, tra chi si gettava a bomba, chi di testa e chi, più spavaldo, ha provato persino un carpiato, come si può vedere dal filmato qui sopra, ricondiviso su Instagram dalla pagina "Milanobelladadio". Ad un certo punto è partita anche un'esibizione collettiva, con un gruppo di ragazzi che si è lanciato nei canali in successione, inneggiato dai cori del pubblico di passanti, un po' come ci si trovasse, per l'appunto, ai campionati mondiali di tuffi.

IL LANCIO DI GRUPPO:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanoBellaDaDio (@milanobelladadio)

Tra tutti i tuffatori c'è infine chi ha tentato di fare parkour saltando da una parte all'altra del canale. Sfortunatamente la tecnica di salto di questo giovane non è ancora affinata al 100% e per lui, oltre alla botta contro il muretto, c'è stata anche la caduta dentro il Naviglio.

PARKOUR IN DARSENA FINITO MALE:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanoBellaDaDio (@milanobelladadio)

TI POTREBBE INTERESSARE: "Acquapark" in piazza San Babila: fa il bagno nella fontana

Multe fino a tremila euro per chi si tuffa

Nonostante il fatto che tuffarsi nelle acque dei Navigli sia una pratica ricorrente nelle torride estati milanesi, chiunque si appresti a lanciarsi nei canali che solcano la Darsena deve sapere che tale gesto è severamente vietato e le conseguenze a cui si potrebbe andare incontro sono altrettanto gravi. Per i trasgressori infatti si parla di sanzioni pecuniarie fino a 3mila euro. Chiunque volesse conquistarsi i suoi 15 minuti di popolarità con un bel tuffo nei Navigli è ben avvisato: anche se l'acqua dei canali non è salata, le multe lo possono essere eccome.