Attualità
Sulla M1

A Cordusio il primo parcheggio per biciclette in metropolitana

Completato il restyling con segnaletica e nuovi servizi igienici. Dal 2015 le rastrelliere in città sono aumentate del 30 per cento.

A Cordusio il primo parcheggio per biciclette in metropolitana
Attualità Milano, 29 Settembre 2021 ore 17:04

Completato il restyling con segnaletica e nuovi servizi igienici. Dal 2015 le rastrelliere in città sono aumentate del 30 per cento.

Alla stazione di Cordusio il primo parcheggio per biciclette in metropolitana

E' stato aperto oggi, 29 settembre 2021, alla stazione M1 di Cordusio il primo parcheggio per biciclette nel mezzanino di una fermata della metropolitana.
La nuova ciclostazione si inserisce nell’ambito di un progetto più ampio di Atm e del Comune di Milano che ha come obiettivo quello di creare un sistema di mobilità sempre più integrata, promuovendo l’utilizzo delle due ruote e dei mezzi pubblici per i propri spostamenti.

L’apertura del parcheggio per biciclette di Cordusio M1 è solo l’ultimo di una serie di tasselli che compongono questo piano. In precedenza, erano state aperte due ciclostazioni a Comasina M3 e Abbiategrasso M2, mentre delle rastrelliere sono state posizionate nei parcheggi di Lampugnano M1, San Leonardo M1, Bisceglie M1, Molino Dorino M1 e Romolo M2. In città sono presenti 7.674 rastrelliere per 33.640 stalli bici, erano 6.016 nel 2015 per 25.955 stalli, con un incremento per quanto riguarda le rastrelliere del 30 per cento.
Trasportare gratuitamente biciclette e monopattini pieghevoli chiusi è possibile sia in metropolitana sia sulle linee di superficie, escluse la 4, 7 e 31, tutti i giorni della settimana e per tutta la durata del servizio. Naturalmente, è consentito il trasporto di un solo mezzo per passeggero.

Nuova ciclostazione a Cordusio: come accedere

Alla stazione di Cordusio, da oggi dotata di questo nuovo servizio, sono stati anche eseguiti dei lavori di restyling che hanno riguardato l’installazione di un’apposita canalina, lungo le scale, per il trasporto delle biciclette al mezzanino, una nuova segnaletica e i servizi igienici, i cui lavori di ristrutturazione sono terminati nel corso dell’estate.
L’accesso al nuovo parcheggio, che può ospitare fino a 50 biciclette, è gratuito ed è già predisposto per essere riservato a tutti i possessori della tessera elettronica Atm in corso di validità, senza che questa necessariamente contenga un titolo di viaggio caricato. Per entrare, a breve, basterà avvicinare la tessera al lettore apposito installato proprio sulla porta d’ingresso della ciclostazione.

Lungo le scale della stazione di Cordusio è stata montata un’apposita canalina, segnalata da pittogrammi ad hoc, che permette il comodo scorrimento della bicicletta e ne facilita il trasporto.

Il parcheggio bici è aperto dalle 5:30 all’1:00 circa, seguendo gli orari della stazione di Cordusio. Le biciclette possono essere lasciate per un massimo di 90 giorni. Il parcheggio è consentito solo per bici tradizionali, quindi è vietato posteggiare bici elettriche, monopattini e qualsiasi altro tipo di mezzo.
Si ricorda infine che, come avviene per i parcheggi delle automobili nelle stazioni di interscambio della metropolitana, il parcheggio è privo di custodia, mentre tutta l’area della stazione è videosorvegliata.

Sempre in tema di mobilità sostenibile, domani, giovedì 30 settembre alle ore 12.00, lo studio legale internazionale Osborne Clarke di corso di porta Vittoria 9, avvia un servizio di bike sharing aziendale con una flotta di biciclette ed e-bike, partecipano all'avvio dello sharing oltre a rappresentanti dello studio legale, Comune e Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori).

7 foto Sfoglia la gallery